Economic Fitness: Evolving Economic Complexity for Development

Il 14 settembre alla Banca Mondiale di Washington
Questo evento è totalmente dedicato ai risultati e alle prospettive della collaborazione
tra il gruppo della Sapienza (Fisica) e dell’Istituto dei Sistemi Complessi del CNR,
coordinato dal Prof. Luciano Pietronero, con la World Bank.
Economic Fitness (EF) consiste in un nuovo paradigma sviluppato dal gruppo di
Pietronero in cui si descrivono le economie come processi evolutivi di ecosistemi di
tecnologie e infrastrutture industriali e finanziarie che sono globalmente
interconnesse. L’approccio è multisciplinare in ottica Big Data (sull’impronta del
Page Rank di Google e machine learning) e offre nuove prospettive per descrivere
costruttivamente gli ecosistemi tecnologici, analizzare le loro strutture, comprenderne
le dinamiche e introdurre nuove metriche. Si definisce in questo modo una
metodologia radicalmente nuova per una scienza economica fondamentale, basata sui
dati e non ideologica, una scelta strategica in un mondo fortemente interconnesso e
globalizzato.
Questo nuovo approccio ha già avuto un notevole impatto sui policy makers e nel
business di economia e finanza. Nell’ultimi due anni c’è stato inoltre un grande
interesse verso questi nuovi metodi da parte della World Bank, che ha sviluppato una
stretta collaborazione con il gruppo di Pietronero utilizzandoli per l’analisi di oltre 50
paesi. Queste analisi forniscono le basi per investimenti e la pianificazione strategica
per lo sviluppo sia a livello nazionale che di settore industriale locale.
In particolare notevole attenzione è stata posta nella comprensione del miracolo della
Cina la cui crescita economica ha contraddetto le analisi economiche tradizionali. Il
metodo della Fitness introduce una nuova dimensione che invece fornisce una
spiegazione naturale di questo fenomeno. Inoltre nell’ambito di una consulenza con il
governo di Pechino si stanno esplorando le strategie ottimali per una ulteriore
sviluppo industriale del paese orientato ad un percorso di innovazione strategica.
Un elemento cruciale è un approccio radicalmente nuovo al problema dei Big Data.
Spesso Big Data è associato a “big noise” e ad una ambiguità soggettiva su come
strutturare i dati e come assegnare un valore che in pratica corrisponde
all’introduzione di molti parametri arbitrari, spesso oltre 100, per la valutazione della
competitività industriale di un paese. Un punto chiave dell’approccio EF è di passare
da 100 parametri a zero parametri e quindi a risultati univoci testabili, con notevole
aumento della scientificità dell’approccio.

Una importante applicazione di EF è stato lo sviluppo di criteri del tutto originali per
la previsione di crescita del PIL dei vari paesi. In un articolo congiunto con WB si
mostra che si possono ottenere risultati competitivi con quelli standard del Fondo
Monetario Internazionale ma con una metodologia univoca e molto più parsimoniosa
in termini di personale e dati.
Questi e altri problemi verranno analizzati nel workshop alla World Bank e sottoposti
all’opinione di un gruppo di esperti economisti e policy makers del massimo livello.
L’obiettivo è di valutare la portata di queste nuove metodologie e programmare in
modo ottimale il loro ulteriore sviluppo e le relative applicazioni.

Sito WEB: www.economic-fitness.com
Documento riassuntivo delle metodologie e principali risultati:
https://www.economic-fitness.com/assets/media/ec4u.pdf.
Programma del Workshop WB Washington:
http://www.economic-fitness.com/docs/workshop_program.docx

Gruppo di Ricerca:
Prof. Luciano Pietronero (coordinatore e consulente senior della World Bank)
Luciano.pietronero@roma1.infn.it Tel. 0039 335 177 0031
Dr. Matthieu Cristelli (Ricercatore ISC e consulente WB)
Dr. Andrea Gabrielli (Ricercatore Senior ISC)
Dr. Emanuele Pugliese (Ricercatore ISC e consulente WB)
Dr. Andrea Tacchella (Ricercatore ISC e consulente WB)
Dr. Andrea Zaccaria (Ricercatore ISC e consulente