MODSS

Monitoraggio di detriti spaziali basato su stereo-rilevazioni intercontinentali

Totale sovvenzione: € 149.940,83
Funding Body: Lazioinnova – Regione Lazio
Coordinatore: Andrea Cavagna
Altri membri del gruppo di Ricerca CNR ISC: Massimo Cencini, Stefania Melillo
Membri del gruppo di Ricerca Università di Roma Sapienza: Fabio Santoni, Fabrizio Piergentili, Tommaso Cardona

Il monitoraggio dei detriti spaziali (oggetti inerti in orbita intorno alla terra) è un tema centrale per la sicurezza spaziale. L’impatto dei detriti contro installazioni spaziali attive ne causa gravi danni, malfunzionamenti e potenziali interruzioni dei servizi. Il progetto MODSS (Monitoraggio Detriti Spaziali Stereo) si propone di sviluppare una piattaforma di monitoraggio SST (Space Surveillance and Tracking) per il rilevamento e la catalogazione dei detriti in orbita MEO (Medium Earth Orbit) e GEO (Geostationary Earth Orbit). La corretta predizione dell’orbita di un detrito dipende crucialmente dalla accurata determinazione in tre dimensioni (3D) della sua posizione e velocità ad un certo istante. MODSS svilupperà una tecnica sperimentale innovativa basata su stereo-rilevazioni intercontinentali. L’idea è di acquisire immagini in sincrono dai due osservatori ottici del S5Lab (Sapienza Space Systems and Space Surveillance Laboratory), installati a Roma e Malindi (Kenya), ricostruendo posizione e velocità 3D degli oggetti inquadrati consofisticate tecniche di stereometria. I detriti identificati attraverso la piattaforma verranno aggiunti al catalogo DISCOS (Database and Information System Characterising Objects in Space) della European Space Agency, espandendo il catalogo e quindi potenziando la capacità di intervento sulle situazioni a rischio.